Lipofilling

Il grasso autologo, prelevato cioè dallo stesso paziente, viene oggigiorno definito come “filler permantente”, non dà reazioni ed è sicuro.

Le percentuali di attecchimento del grasso, una volta impiantato, raggiungono il 60- 70 % in condizioni ottimali.

Il grasso viene prelevato attraverso una mini-liposuzione effettuate in aree dove normalmente esso è presente in abbondanza: addome e fianchi, una volta prelevato, il grasso è lasciato sedimentare, centrifugato e purificato.

L’impianto avviene con delle piccole cannule attaccate a delle siringhe.

Si possono così aumentare e rimodellare, così come correggere diverse zone del corpo.

Ringiovanimento con il grasso
Ringiovanimento con il grasso

A livello del viso è possibile aumentare la regione degli zigomi, le labbra, è possibile inoltre correggere rughe e solchi dovuti alla discesa dei tessuti legata all’invecchiamento.

Il grasso iniettato mediante lipofilling non è solo un riempitivo, esso infatti è ricco di fattori di crescita che vanno a stimolare ulteriormente la produzione di collagene e la formazione di nuove cellule adipose nel sito dove viene iniettato.

L’intervento viene effettuato in sala operatoria e viene impiegata una leggera sedazione cosciente. Le complicazioni sono rarissime.

La zona di prelievo così come la zona di impianto si possono presentare gonfie nell’immediato postoperatorio, il gonfiore (edema), l’indolenzimento e le ecchimosi, qualora siano presenti, spariscono nel giro di pochi giorni.