Liposuzione (Liposcultura)

La lipoaspirazione, comunemente chiamata liposuzione, è una tecnica chirurgica che prevede la rimozione mediante aspirazione del grasso da differenti parti del nostro corpo, rendendo quindi possibile il rimodellamento del profilo corporeo.

Negli anni ’70 diversi esperti del settore, tra cui Meyer e Kesserling per esempio, hanno cominciato con i primi tentativi di rimozione di tessuto adiposo, ma è nel 1977 con Illouz che la liposuzione assume le sue caratteristiche odierne: Illouz infatti capisce come l’aspirazione del grasso debba essere effettuata in maniera quanto meno traumatica e possibile, e quindi utilizza per primo una cannula smussa di piccolo diametro collegata ad un potente motore, per permettere in maniera meno rischiosa ma più efficiente l’aspirazione del tessuto adiposo.

Il grasso, ovvero il tessuto adiposo, è costituito da cellule chiamate adipociti. L’eccesso di tessuto adiposo el’obesità, possono derivare da un aumento della grandezza di ogni adipocita o da un aumento del numero totale degli adipociti: il primo caso viene definito come obesità ipertrofica, mentre il secondo obesità iperplastica. Circa l’80% dei casi di obesità è ipertrofica, cioè è presente un numero definito di adipociti: questi,una volta eliminati attraverso la liposuzione, non andranno più incontro a moltiplicazione.

Come tutte le procedure chirurgiche, la liposuzione ha le sue indicazioni. Prima di essere effettuata, è necessaria una attenta valutazione della paziente o del paziente: è necessario infatti valutare lo spessore dell’adipe nella regione da trattare, definire e decidere quali e quante saranno le zone sottoposte al trattamento durante la seduta. Sono diverse le zone che possono essere trattate con la tecnica della liposuzione: per esempio ricordiamo l’addome, i fianchi, la porzione superiore delle braccia, l’esterno e interno coscia.

1

L’intervento di liposuzione viene effettuato, con cannule smusse di diametro compreso tra i 2 e i 6 mm in dipendenza dalla zona da trattare. Prima della aspirazione, le aree da trattare vengono infiltrate con una soluzione contenete piccole quantità di anestetico locale e vasocostrittore. Questo, facilita la lipoaspirazione ridcendo le perdite di sangue ed il dolore postoperatorio.

2

In seguito ,le cannule vengono inserite, e attraverso movimenti precisi il grasso può infine essere aspirato grazie alla pressione negativa creata da un aspiratore. Alla fine dell’intervento viene fatta indossare alla paziente una guaina elasto-compressiva. La convalescenza post-operatoria dipende dall’estensione del trattamento e può andare da due giorni a due settimane.

E’ importante ricordare come il grasso aspirato, è eliminato per sempre, ma è richiesto comunque ai pazienti di mantenere un corretto stile di vita in futuro.


 

lipo01

lipo02 lipo03


MITI SULLA LIPOSUZIONE

-La liposuzione o liposcultura, la lipo laser, la smart lipo non sono dei veri e propri intrventi chirurgici.

FALSO. Si tratta di un intervento chirurgico che viene effettuato attraverso delle piccole incisioni (2-3 mm) che prevede l’aspirazione di grasso sotto pressione negativa. Può avere delle complicanze soprattutto se non effettuato rispettando le regole di sterilità e selezionando appropiatamente i pazienti.

-La liposuzione permette di eliminare peso in eccesso.

FALSO. La liposuzione è un intervento che permette il rimodellamento di vari distretti corporei e la perdita di peso è modesta. Nella rimozione di grasso bisogna esere conservativi per evitare inestetismi cutanei quando la cute si retrarrà nei mesi successivi all’intervento, adeguandosi al volume di grasso perduto.

-Una volta rimosso il grasso, non ingrasserò più.

FALSO. Le cellule adipocitarire (adipociti) quando asportate non si riproducono. Tuttavia le cellule adipose rimaste possono accumulare sempre più lipidi ed ipertrofizzarsi (aumentare di dimensioni). Il mantenimento di un corretto stile di vita e di un regimen dietetico adeguato è fondamentle per la stabilità dei risultati.

-La liposuzione è un intervento di tipo ambulatoriale.

FALSO. La tipologia del ricovero dipende dall’entità della liposuzione, dalla quantità di grasso aspirato e dalle condizioni del paziente o della paziente, oltre che dal tipo di anestesia che può essere locale con sedazione, spinale o generale.

-La liposuzione elimina la cellulite.

FALSO. La cellulite può essere attenuata (ma mai eliminata completamente) con altre metodiche ma la liposuzione non interferisce con essa. La cellulite è un disturbo patologico del grasso superficiale il quale è strettamente in contatto con il tessuto connettivale subepidermico. La rimozione di questo grasso può avere delle conseguenze disastrose. Per questo la liposuzione ha come obiettivio la diminuzione degli accumuli di grasso più profondi.

-La SMART lipo e la liposuzione LASER danno risultati migliori rispetto alla tecnica tradizionale.

FALSO. Queste metodiche usano fonti di calore e sono associate spesso ad ustione della cute nel posoperatorio. Non esistono ancora studi in letteratura che confermano la superiorità di queste nuove tecniche.

-La liposuzione è associata ad un rischio elevatissimo di tromboembolia polmonare ed embolia grassosa.

FALSO. Tutti gli interventi che prevedono un rimaneggiamento dei tessuti adiposi ed addominali, oltre che gli interventi ortopedici, sono associati ad un rischio trombotico. E’ fondamentale affidarsi a profesionisti del settore che impiaghino tecniche sicure e moderne, riccorrendo all’ausilio di terapie a base di eparina a basso molecolare in grado di ridurre il rischio tromboembolico. È bene evitare l’aspirazione di grandi quantitativi di grasso (volumi superiori a 3 litri) per non compromettere e scompensare l’equilibrio idro-elettrolitico del paziente.

E’ inoltre importante un’appropriata selezione dei pazienti in base ai fattori di rischio. Il rischo trombotico è sovrapponibile a quello di altri interventi chirurgici come l’addominoplastica.